Add a cover

General information  

Links  

Alias  

Ratings

This media has not been rated yet.
Be the first one!

To rate this media or to interact with your friends, create a free mediatly account. You'll also be able to collaborate with our growing community and make it you digital entertainment center.

Friends who like

Sign up to see which of your friends like this.

Linked media  

Linking media

Mediatly © 2013

Mediatly, The multimedia social network

Discover new movies and TV shows to watch, novels or comics to read, music to hear and games to play thanks to your friends. It's fast, free, simple and enjoyable!
To start discover a new world, Sign up for free

  
Vestron Video

This version of the card is from another language than your preferences.

Type :  

  Summary  

La Vestron Video era la maggiore sussidiaria della Vestron, Inc., ed era una società di produzione e distribuzione cinematografica con sede a Stamford , che è stata attiva dagli inizi degli anni '80 fino a metà anni '90. È considerata una pioniera nel mercato dell'Home Video.
La società era responsabile della pubblicazione in VHS della maggior parte dei B-movie e, dei film della libreria della Cannon Films.
Negli ultimi anni, l'azienda ha iniziato a spostarsi verso i film "di moda", compresi film distribuiti attraverso la sua filiale Vestron Pictures, e in particolare il film Dirty Dancing. Inoltre, la società è stata la prima azienda a pubblicare i video del National Geographic alla fine degli anni '80, ed è stata la prima a commercializzare i video della rivista Pro Wrestling Illustrated: "Pro Wrestling Illustrated Presenta Lords of the Ring", in opposizione a quelli pubblicati dalla WWE.

Le sussidiarie della Vestron, Inc. ,erano:

  • Vestron Television
  • Vestron Pictures
  • Vestron Music Video
  • Vestron International Group
  • Vestron Video International
  • Children's Video Library
  • Lightning Video

Nel 1985 la Vestron si e' quotata alla New York Stock Exchange, con un'offerta pubblica iniziale di 440 milioni di Dollari, molto alta per l'epoca. La società ha avuto successo per molti anni, a tal punto che deteneva più del 10% del mercato video degli Stati Uniti. Nel momento migliore le vendite erano approssimate in circa 350 milioni di Dollari annui, la società vendeva infatti filmati video in più di 30 paesi, direttamente o tramite accordi di licenza.
Questo era fondamentalmente un business dei diritti, costruito da alcune persone che hanno avuto l'intuito di comprendere il mercato dei diritti video , prima che lo facessero i principali studios. Infine i grandi studios si ravvivarono, e divenne sempre più difficile per la Vestron acquistare i vari film prodotti. Inoltre, i produttori indipendenti aumentarono il prezzo di quelli disponibili.

La società iniziò quindi a produrre film propri , ma quando il mercato maturò e le preferenze per i film da guardare si spostarono da quasi tutti i film verso i soli film "dai grandi titoli", per i quali le major avevano fatto grandi sforzi, la società si era già impegnata con una serie di circa 20 progetti di serie "B", e pochi progetti di serie "A".
I finanziamenti per la società di conseguenza si interruppero e fu quindi costretta a dichiarare la banca rotta, atto che permise il suo acquisto l'11 gennaio 1991, per 27.3 milioni di Dollari, da parte della LIVE Entertainment che aveva la propria sede a Los Angeles. La LIVE acquisì così la vasta libreria della Vestron . In conseguenza di ciò il nome della LIVE mutò in Artisan Entertainment .

Le loro divisioni internazionali, divennero quindi le seconde più grandi appena dopo quelle della Warner. Infatti la Vestron aveva molti uffici in tutto il mondo e nei principali mercati che li permetteva una distribuzione diretta nei cinema, in video e in TV. Possedeva inoltre anche uno stabilimento di produzione in Olanda, per fornire un supporto ai mercati europei.

  Biography  

Show more

  VideoMovie

  MusicAlbum

  Photos    

  Videos  

  Press reviews    

  User reviews

  Sources

Whole or part of the information contained in this card come from the Wikipedia article "Vestron Video", licensed under CC-BY-SA full list of contributors here.